Met Gala 2019: sul red carpet sfila la moda dell’eccesso

Michele

Pronti per l’evento di moda più importante al mondo? Al Metropolitan Museum of Art di New York si terrà il Met Gala, che vedrà le celebrità sfilare sul red carpet con look stravaganti ispirati al tema della mostra del Costume Institut, inaugurata, come da tradizione, il primo lunedì di maggio. Quest’anno verrà esplorato il mondo del “Camp: Notes on Fashion”, pronto a diffondere tutto l’amore per l’eccesso, l’artificio e l’innaturale. Scopriamo allora insieme qualche anticipazione su questo tema, sugli abiti, gli stilisti e gli host presenti al più incredibile party di beneficenza!

 

Met Gala 2019: le prime indiscrezioni sul tema “Camp: Notes on Fashion

Dal 1995 celebra la moda attraverso le star più grandi del mondo, e per questo è l’evento fashion più atteso in assoluto. Manca pochissimo al Met Gala 2019 e sono già emerse negli ultimi mesi alcune indiscrezioni. Eccovi quindi tutte le informazioni sul celebre red carpet organizzato dal direttore di Vogue USA, Anna Wintour.

  • “Camp: Notes on Fashion”. Di cosa si tratta? Il termine “camp” si riferisce all’uso deliberato, consapevole e sofisticato del kitsch nell’arte, nell’abbigliamento, negli atteggiamenti. Il camp è l’evoluzione del trash, una categoria estetica che offre una vera e propria visione del mondo, ribaltando le gerarchie. In altre parole? Il camp è la sublimazione artistica del cattivo gusto!

E come si evolve questo concetto nella moda? A suon di ironia, teatralità ed esagerazione.

  • Gli stilisti protagonisti. Tra i fashion designer presenti Cristòbal Balenciaga, John Galliano, Jean Paul Gaultier, Guccio Gucci, Marc Jacobs, Karl Lagerfeld, Franco Moschino, Thierry Mugler, Miuccia Prada, Richard Quinn, Yves Saint Laurent, Versace, Vivienne Westwood e tanti altri ancora.
  • Gli ospiti protagonisti. Pronti a calcare la passerella sono i look dei co-presidenti e organizzatori della serata, che come sempre vede Anna Wintour in veste di benefit chariwoman. Accanto a lei, ci saranno (udite, udite!) Lady Gaga, Alessandro Michele, Harry Styles e Serena Williams.

Non vedete l’ora di farvi sorprendere dagli outfit a tema? Il 6 maggio ne vedrete delle belle e, dal 9 maggio all’8 settembre 2019, saranno esposti circa 175 pezzi tra capi di abbigliamento maschile e femminile, sculture, dipinti e disegni dal 1600 a oggi, che spiegano come questi elementi di eccesso, ironia e umorismo – siano espressi nella moda.

Anche voi non vedete l’ora che arrivi il Met Gala 2019? Tenetevi pronte e sentitevi un po’ “Camp: notes on Fashion” con i nostri intimi, sofisticati e intriganti e allo stesso tempo sempre fuori dagli schemi.

Correte sul nostro sito, vi stanno aspettando!

Il Capodanno delle stelle: regali di tendenza segno per segno

Michele

Manca davvero pochissimo all’inizio dell’Anno Nuovo. La nostra guida allo shopping per il 2019 è dettata dagli astri. Raffinata la Bilancia, esibizionista il Leone, creativo il Pesci: a ogni segno zodiacale il proprio regalo fashion perfetto. Saranno le stelle (infallibili o quasi) a darci indicazioni sui  gusti e i desideri di ognuno dei protagonisti dello zodiaco!

Oroscopo Moda & Style 2019
Guardate subito il vostro segno zodiacale e diteci se non abbiamo azzeccato 😉 Dall’Ariete fino al Pesci, consultiamo le stelle del 2019 e mettiamoci alla ricerca dei doni stylish e modaioli perfetti per iniziare l’anno nuovo. Cominciamo dall’Ariete!

  • Impulsivo, dinamico e sempre pronto ad agire. Apprezzerà capi di abbigliamento pratici, versatili e allo stesso tempo trendy. Un paio di sneakers all’ultima moda, potrebbe essere il regalo perfetto per la donna Ariete, vera e propria amazzone del mondo fashion.
  • Amante del lusso, ma senza sfarzo, e sostenitore di uno stile di vita slow. Per fare breccia nel cuore del Toro potete puntare su una sciarpa o foulard in cachemire o seta. Un regalo banale? Niente affatto. E poi servirà a proteggere la gola, punto debole per tutti i nati sotto questo segno.
  • Incuriosito da tutto ciò che è nuovo, il Gemelli ama viaggiare e, sempre alla ricerca del sole, probabilmente per Capodanno avrà prenotato una vacanza al caldo. Sarà contento quindi di ricevere un nuovo costume da bagno e delle infradito da infilare in valigia!
  • Romantico, dolce e legato alla famiglia. Se state pensando a un gioiello per il Cancro, tra i metalli andate sull’argento, colore dei raggi lunari (pianeta dominante del segno) e tra le pietre, senza dubbio le perle, semplici ma preziose e ricercate.
  • Fiero e carismatico, il Leone ama essere al centro della scena per questo sarà felice di ricevere un accessorio colorato e scintillante che, una volta indossato, farà esclamare a tutti: Wow! Conquistatelo quindi con diamanti, stampe animalier, paillettes e tanto oro.
  • Precisa, a tratti pignola e attentissima ai particolari. La Vergine apprezza le cose su misura e personalizzate, ne gradirà l’unicità e non potrà criticare nulla perché sarà un dono pensato e scelto apposta per lei. Via libera quindi a borse in pelle pratiche e di qualità, con ricamate in esclusiva le sue iniziali.
  • Ama la bellezza, l’equilibrio e il lusso non ostentato. Dotata di ottimo gusto la Bilancia saprà riconoscere la qualità di un capo di alta manifattura, senza bisogno di loghi in evidenza. Inutile regalare oggetti vistosi: puntate su pezzi timeless, destinati a durare nel tempo.
  • Affascinante e sensuale, è attratto dalla notte e dai suoi simboli. Considerato il segno più carismatico dello zodiaco, colleziona biancheria intima raffinata come fossero francobolli. Puntate allora sul nostro Balconcino imbottito 2654 Avantgarde Lace Lepel, esalterà tutta la misteriosa femminilità di questo segno.
  • Esuberanti, pieni di interessi e sempre in movimento, il Sagittario è per eccellenza l’esploratore dello zodiaco. Il regalo ideale per loro è un biglietto aereo per una destinazione non per forza lontana o esotica, purché sia ancora tutta da conoscere.
  • Razionale e concreto, detesta tutto ciò che è superfluo. È uno dei segni più difficili da accontentare, ma anche loro hanno un punto debole: gli orologi, in questo campo potrete sbizzarrirvi.
  • Idealisti e anticonvenzionali, si innamorano di capi e accessori che in pochi prenderebbero in considerazione. Entrate in un negozietto vintage e scegliete qualcosa di unico, renderete un Acquario felice.
  • Sensibili, creativi e amanti del comfort. Non sbaglierete scegliendo un capo d’abbigliamento che venera la loro innata pigrizia: un bel pigiama, rigorosamente colorato o dalle fantasie sgargianti.

 

Cosa ne dite? Avete trovato qualche spunto per il vostro shopping del 2019? Se niente vi ha soddisfatto, potete sempre cercare sul nostro sito! Le stelle confermano: l’intimo Lepel fa sempre tendenza per tutti i segni zodiacali!

Settembre si torna in palestra

Michele

È arrivato settembre, le vacanze sono finite ed è ora di tornare alla vita di tutti i giorni. Palestra compresa. Capita però, soprattutto dopo una lunga (o breve) pausa di faticare a ritrovare la motivazione, cadendo in uno stato di coma antisportivo da cui è poi difficile riprendersi.

Come guarire allora dalla “sindrome del divano”? Ecco alcuni nostri suggerimenti per tenere fuori dalla propria vita la pigrizia e ricominciare a fare attività fisica con regolarità.

Come lasciare il divano e tornare ad allenarsi

Ecco i nostri piccoli consigli per sentirvi più pronte ad alzarvi dalla sedia e fare movimento.

  • Cercate un personal trainer. Avere un coach funziona. Quando sappiamo di avere un appuntamento fisso da rispettare, è molto più difficile sgarrare. Se un personal trainer è troppo caro, potete sempre ripiegare su un amico o su un collega. Vedrete, allenandosi con voi, vi spronerà a tener fede al vostro incontro e a tornare in “pista” più forti di prima.
  • Pensatelo come un divertimento. Trenta minuti di tapis roulant vi mettono i brividi? Allora, forse, state facendo qualcosa che non vi piace. Scegliete un corso che vi diverta o che stimoli il vostro interesse: dallo zumba allo yoga, fino allo spinning. Se invece il meteo ve lo permette ancora, partite per un’escursione o una camminata all’aria aperta, produrrete endorfine, l’ormone della felicità, che contribuirà a motivarvi sempre di più.
  • Riprendete un passo alla volta. Non ributtatevi a capofitto, riprendendo da subito i ritmi che avevate prima della pausa. È meglio procedere gradualmente: iniziate con una o due volte a settimana, per poi aumentare gli allenamenti quando avrete ripreso completamente la vostra routine abituale. In questo modo, non la vivrete come una costrizione, ma passo dopo passo come un piacere.
  • Datevi degli obiettivi concreti. Per cosa volete fare palestra? Che sia per far scomparire la pancetta apparsa paurosamente durante le vacanze, per perdere qualche chilo o semplicemente per tonificare e rassodare un po’, dovete stabilirlo dall’inizio. La voglia di allenarsi arriva solo se ci si dà un obiettivo fattibile e che si vuole raggiungere davvero.

Non vi resta che preparare il borsone! Insieme all’accappatoio, infradito, scarpe di ricambio e indumenti tecnici non può mancare lo slip in microfibra 262 BELSENO LEPEL, l’ideale per il tuo appuntamento con la palestra. Realizzato in morbido tessuto elasticizzato, è comodissimo da indossare e offre una perfetta vestibilità sotto i vostri attillatissimi leggings. Sceglietelo del colore che preferite, bianco, bronzo o nero.

 

Pronte a ripartire? Scoprite tantissimi altri modelli che fanno al caso vostro sul nostro sito!

Valigia! Ecco come non dimenticare nulla!

Michele

Per Diane Von Furstenberg <<chi sa come fare la valigia, sa come vivere>>. Più facile a dirsi che a farsi. Finalmente è arrivato il momento di partire per le tanto attese ferie, o qualche fortunato è già su un aereo. Non importa, a tutti prima o dopo, viene il dubbio: <<avrò messo tutto in valigia?>>. C’è chi cerca di infilarci l’intero armadio, i più precisi iniziano mesi prima a programmare tutto per non dimenticare nulla, stilando liste chilometriche degne di una tesi di laurea. E poi ci sono quelli dell’ultimo minuto, quelli che al massimo “lo compro là”. Anche voi vi ritrovate in uno di questi identikit? Ecco il nostro tutorial con consigli pratici per non dimenticarsi nulla. Pronti, partenza, via!

Il tutorial per la valigia perfetta

Scopriamo insieme i nostri piccoli ma preziosissimi suggerimenti per partire sereni e tranquilli.

  • Fate una lista. Mettere nero su bianco quello che vi serve è sempre una delle primissime cose da fare. Partite dai piedi (calze, ciabatte, sneakers, scarpe eleganti) fino ad arrivare alla testa (cappelli, fasce, elastici, occhiali da sole). In questo modo sarà più semplice non dimenticarvi nulla e, una volta creata la lista, potrete tenerla salvata sul vostro smartphone, per averla sempre con voi anche per i viaggi futuri.
  • Meno è più. Quante volte avete portato con voi più cose del dovuto con l’unico scopo di lasciarle in valigia? Sempre!
    Ripetetevelo come un mantra, “15 magliette per 5 giorni non mi servono a nulla”. Fate così: mettete sul letto tutto quello che intendete portare, diviso per categoria (i pantaloni con i pantaloni, i costumi con i costumi) così noterete subito quanto sia esagerato il vostro equipaggiamento, oppure, anche se più raro come caso, vedrete di cosa avete ancora bisogno.
  • Giocate a tetris. Ora che avete tutto il guardaroba pronto, iniziate a giocare a tetris! Riempite ogni spazio della vostra valigia al millimetro, arrotolando i vestiti in modo che perdano volume e non si spiegazzino. Dividete tutti gli indumenti per occasione d’uso (giorno/sera), sarà un ottimo ripasso per notare se qualcosa ancora manca.
  • Capi immancabili e multiuso. Esistono poi dei pezzi che sono dei must, perché possono essere usati in più occasioni. Un esempio? Il maxi dress che potrete indossare sia in spiaggia che per un aperitivo, semplicemente cambiando le infradito con dei sandali gioiello e aggiungendo al vostro outfit qualche bijou.

Non avete scordato nulla? Non dimenticatevi il reggiseno 2010 Star Bra Belseno Lepel, l’intimo di morbido pizzo che impreziosisce le vostre forme ed esalta al massimo tutta la vostra femminilità. Un modello che in vacanza non può assolutamente mancare, pronto ad accompagnarvi nelle serate estive più esclusive e divertenti.

L’avete messo? Scoprite tantissimi altri modelli sul nostro sito!

Voglia di primavera? Tutti i trend del 2018

Michele

La primavera è per molte donne la stagione più attesa. E’ il tempo di uscire non solo dal freddo, ma anche dal grigiore dell’inverno. Sul finire di febbraio si percepisce già il cambiamento: le giornate si allungano, si inizia a godere di un clima più mite, i colori della natura cambiano. Questo condiziona anche la nostra routine quotidiana? Certamente!

Il primo segno dell’irrefrenabile voglia di primavera è il desiderio di inserire leggerezza e colore nel nostro armadio.

Abiti dalle tinte chiare, brillanti, tessuti leggeri e vaporosi. E tanta voglia di fantasia. Questo porta con sé la primavera. Le passerelle di Milano Moda Donna ci raccontano quali sono i must-have per la prossima stagione, ormai alle porte.

Cosa non lasciarsi scappare quindi e mettere di corsa nel proprio guardaroba?

Colori intensi e brillanti, ma anche delicate sfumature pastello. L’importante è che ci facciano indossare energia, freschezza e vitalità. Scopriamo insieme i trend 2018 da non perdere!

Tendenze primavera-estate: colori e stile spaziale

Voglia di primavera, di luce, leggerezza e vivacità. Queste le linee guida che emergono dalle sfilate milanesi: sensualità, tocchi pop, richiami country e outfit dall’anima bucolica.

Quali colori indosseremo? La palette cromatica delle collezioni Spring Summer 2018 è ricca e accontenta davvero gusti molto diversi. Hanno sfilato le nuance agrumate, il rosa in tutte le sfumature dallo shocking più acceso fino al confetto e al cipria e poi ancora, per la sera il blu, cobalto e notte, il ruggine, il viola e il verde acqua. Il vitaminico giallo è super trendy, anche nella sua variante più “acida” che vira al lime. Il tutto da abbinare, mixare e alternare il più possibile!

Con i suoi bagliori luminosi, uno dei protagonisti di quest’anno si rivela anche a sorpresa l’argento. Dal mini abito con drappeggio a tute da sera lucentissime, così lucide da creare un effetto specchio. E ancora sugli accessori: sandali metallizzati, borse preziose e maxi shopper da giorno per lasciarsi letteralmente investire dalla sensazione piacevole di emanare luce e di avere … l’argento vivo addosso.

Sotto il vestito…

Indossare capi dai colori più chiari e con tessuti più leggeri significa anche pensare al giusto intimo, che ricopre un ruolo nascosto ma speciale: c’è ma non si vede. Si parla di un reggiseno sensuale ma completamente invisibile, capace di sparire anche sotto l’abito più leggero.

Perfetto quindi il Balconcino imbottito 2605 Avantgarde Soft Touch, un intimo discreto e senza dettagli, che grazie alla sua “mano liscia” e senza cuciture, sparisce sotto il vestito, regalandovi un intimo comfort.

Elegante e raffinato è realizzato con morbide coppe preformate dall’innovativa costruzione. Disponibile nelle tinte del nero, bronzo, nude e bianco, questo intimo regala l’effetto “balconcino” anche senza il supporto del ferretto.

Cosa state aspettando? La primavera è alle porte … scegliete la vostra misura, dalla taglia 2 alla 6 e in coppa B e scatenate la vostra fantasia per vestire di colore e allegria la nuova stagione! Vi abbiamo convinto? Scoprite tanti altri modelli sul nostro sito.

Come vestirsi quando fa caldo? I consigli di Lepel.

Michele

Come vestirsi quando fa caldo? Domanda lecita e spontanea, soprattutto in questa estate caratterizzata da temperature roventi e afa alle stelle. E la risposta è altrettanto immediata: con tessuti leggeri e comodi, assolutamente naturali e traspiranti. Sì, perché niente come il lino o il cotone, la seta o la viscosa possono assicurare il massimo del benessere a contatto con la pelle quando il termometro sale raggiungendo picchi impressionanti.

Via libera, quindi, agli abiti dai colori chiari e dalle linee non troppo fascianti. Perfetti allo scopo i capi destrutturati dal design contemporaneo, ma anche i vestiti chemisier dalle lunghezze sotto il ginocchio, che si possono rendere più femminili aggiungendo qualche accessorio ad hoc. Un esempio molto glamour: un abito chemisier in cotone bianco a righe azzurre – un vero must di stagione – magari impreziosito da qualche volant, si può portare con disinvoltura di giorno con una cintura cipria in vita e un paio di mules dai riflessi oro rosa ai piedi.

Perfetti anche i pantaloni larghi a vita alta. In lino, seta o cotone. Tinta unita o fantasia. Da mixare con cropped top in pizzo sangallo – sempre rigorosamente in cotone – e ballerine, per un look da giorno molto chic. O, da rendere più femminili con canottiere in seta e tacchi a spillo per la sera, per esempio.

Perfette anche le maxi gonne in garza di cotone, meglio se a vita alta. Molto glamour se abbinate a camicie corte o annodate in vita, espadrillas dai toni neutri e orecchini colorati. Al mare come in città, per fronteggiare la calura estiva con stile.

Abiti, pantaloni e gonne, ok, ma la lingerie? Anche la biancheria intima merita un po’ di attenzione. E non va assolutamente sottovalutata. Con il caldo afoso, l’intimo comfort più che una scelta diventa una necessità impellente. Via libera, quindi, a reggiseni e slip in cotone. Tutti i prodotti della linea Simply Cotone di Lepel sono perfetti allo scopo: dal reggiseno Karen, la brassière Linda o la fascia Holly, perfetta anche con top senza spalline e canottiere asimmetriche, fino allo slip Sarah dalle linee pulite e dalla femminilità discreta.

 

Tanti modi di indossare la t-shirt

Michele

Come indossare la t-shirt. Il capo basic per definizione, la maglietta in cotone, tipicamente con lo scollo tondo e le maniche corte, si presta a mille interpretazioni e abbinamenti diversi. Può essere la protagonista, nel suo ruolo più classico, di look casual e sportivi, adatti al tempo libero. Ma può anche, a sorpresa, presentarsi in una versione meno convenzionale e più sofisticata, sotto rigorosi tailleur da ufficio o infilata in lunghissime e luccicanti gonne in seta per una serata speciale, per esempio.

Comunque si interpreti, però, la t-shirt merita qualche attenzione. Sia per quanto riguarda gli accostamenti di altri capi di abbigliamento, sia in tema di biancheria intima. Sì, perché la sua semplicità necessita di una lingerie discreta, che non lasci intravedere, sotto il cotone bianco, trame e colori particolari, dettagli o sfumature troppo eccentriche. E la sua vocazione basic non ammette look approssimativi.

Gli abbinamenti perfetti? Ecco tre idee per indossare la t-shirt al meglio.

1 – Un look estivo da giorno, da tempo libero. In questo caso, non c’è nulla di meglio di una t-shirt bianca in cotone dalla linea over, non aderente al corpo, abbinata a un paio di pantaloni di tela beige skinny ed espadrillas colorate, una cesta in paglia e maxi orecchini arcobaleno.

2 – Un look estivo da ufficio. La t-shirt bianca per il lavoro può essere stretta e rigorosa, infilata in un paio di pantaloni a vita alta blu e abbinata a un paio di décolleté sling back, giacca a righe bianca e blu e borsa a tracolla oro.

3 – Un look estivo per le uscite serali. Si può osare con una gonna a ruota a vita alta dai colori accesi, abbinata a una t-shirt bianca – da annodare sul fondo per scoprire qualche centimetro di pelle – e completare il tutto con una pochette fluo e un paio di sandali con il tacco a spillo.

E la biancheria giusta? Ci sono due opzioni possibili, per non sbagliare lingerie.

1 – Un reggiseno bianco, con le coppe preformate e lisce. Scelta azzeccata soprattutto quando la linea della maglietta è più morbida e l’effetto tono su tono evita pericolose cadute di stile.

2 – Un reggiseno color carne, sempre con le coppe preformate e lisce, che eviti sbalzi cromatici antiestetici, con un effetto nude impeccabile.

In entrambi i casi, esiste un alleato intimo immancabile: Avantgarde Soft touch Lepel, invisibile sotto ogni capo.

I must have della lingerie. Come scegliere la biancheria intima.

Michele

Come scegliere la biancheria intima? Con attenzione, prima di tutto, evitando di indossare capi di lingerie a caso con la scusa che “tanto non si vedono”. Perché lo stile rischia di perderci parecchio e la resa estetica anche del look più azzeccato potrebbe essere inferiore alle aspettative con il completo intimo sbagliato. Quindi, la scelta della biancheria intima va ponderata, non fatta a caso o trascurata.

Ecco qualche consiglio utile per non sbagliare, per scegliere la lingerie che ti fa sentire sempre e comunque #bellacomesei.

  1. L’intimo va abbinato. Sempre. Non ci sono se e ma che tengano. Che si scelgano slip e reggiseno o culottes e fascia poco importa, l’importante è che siano abbinati prestando un’ attenzione particolare a colore, tessuto, eventuali decorazioni. Perché un completo intimo non può dirsi ovviamente tale se è spaiato. Non importa che non si veda: l’intimo giusto ci fa sentire a nostro agio e questa sensazione ci regala una bellezza che traspare. Un consiglio? Organizzare il cassetto in modo da rendere la scelta immediata anche nella fretta della mattina.
  1. La scelta va fatta anche in base al look. Sì, perché un tubino nero vuole rigorosamente lingerie total black, mentre una t-shirt bianca preferirebbe un reggiseno bianco o uno nude. Così come una casacca monospalla esige un reggiseno o un body senza spallini, per esempio.Un suggerimento: quando si fanno acquisti per rinnovare il guardaroba, pensare sempre se si ha la lingerie giusta da abbinare ai nuovi capi ed eventualmente provvedere nella stessa seduta di shopping. Questo ci permetterà di non essere mai impreparate.
  1. Alcuni colori non possono mancare. Nel cassetto della biancheria ci si può sbizzarrire a suon di pizzi e merletti, sfumature pastello e fantasie decise. Ma alcuni fondamentali – almeno in termini cromatici – non possono mancare. In particolare, devono esserci capi di lingerie nelle tre tinte essenziali: bianco, nero e nude, che soddisfano le principali esigenze di abbinamento quotidiane.
  1. Nell’armadio deve sempre esserci l’intimo basic. Liscio, senza troppi dettagli, comodo e funzionale, il che non significa non femminile naturalmente. L’intimo basic, minimal nelle linee e perfetto nella vestibilità è un must irrinunciabile. Qualche esempio? I capi della linea Avantgarde Soft Touch in morbidissimo micromodal, che garantiscono freschezza e leggerezza sotto qualsiasi outfit. Così come la lingerie delle linee Simply e Simply Cotone, essenziale, comoda e femminile al punto giusto: capi perfetti da indossare ogni giorno.
  1. La lingerie deve valorizzare. Va scelta in base alle proprie caratteristiche fisiche, non solo in base alle tendenze del momento o alle preferenze di gusto. Perché non sempre quello che va di moda è quello che ti aiuta a mostrarti #bellacomesei. Conoscere il proprio corpo, vederlo con obiettività, senza sopravvalutarsi ma anche senza eccedere nei giudizi negativi è il primo passo per fare la scelta giusta optando per capi che ci aiutano a sentirci a nostro agio, mostrando solo il meglio di noi.

 

 

Come vestirsi in primavera?

Michele

Primavera entrata nel vivo. Come mi vesto? Una domanda ricorrente che molte si pongono di fronte all’armadio. Complice il meteo ballerino, il sole che c’è e non c’è, il vento che potrebbe arrivare da un momento all’altro e le temperature che salgono e scendono rapidamente, il dubbio sul look diventa pressante. Un dubbio di stile, ovviamente, ma non solo.

Sì, perché se il rischio di una scelta di outfit affrettata solitamente è un mix di sciatteria e scarsa eleganza, in primavera i rischi si moltiplicano. Alla lista si aggiungono: caldo, freddo, tosse e raffreddore, giusto per citare i principali.

Quindi, che fare? Rimane sempre valido uno dei consigli classici – che ognuno si è sentito dare almeno una volta nella vita dalla madre o dalla nonna – cioè vestirsi a strati. O a cipolla. Un must nella mezza stagione per eccellenza, dove un minuto fa caldo e il sole scotta e il minuto dopo vento e pioggia fanno presagire l’arrivo anticipato dell’autunno. In questo modo si possono affrontare con prontezza e nonchalance anche gli sbalzi termici più accentuati e non temere nemmeno una giornata intera fuori casa.

Via libera agli strati. È ufficiale. Ma non strati qualunque e non abbinati a caso, anzi. Sì, perché il pericolo che incombe in questi casi è che a forza di sovrapporre e mixare il risultato finale sia vicino al disastro. Ma, per preservare stile e comodità, buongusto e praticità, ecco alcune regole pratiche da seguire.

  1. I colori chiari sono una garanzia. Evitando magari il total look bianco ottico, che più che primavera fa estate, la palette cromatica a disposizione è vastissima, va dalle nuance pastello molto trendy nelle ultime stagioni, come il rosa cipria o l’azzurro cielo, fino ai super classici che non passano mai di moda, come il beige o il tortora, il grigio perla o l’avorio. Ideali per scrollarsi di dosso le tonalità più scure della stagione invernale e per dare il benvenuto alla primavera con stile. Senza dimenticare – molto meno poeticamente – che i colori chiari mascherano gli aloni di sudore, un’eventualità da calcolare quando gli sbalzi termici sono frequenti.
  1. Gli strati essenziali sono quattro. Non uno di più, non uno di meno. E cioè: 1. biancheria intima; 2. maglia o camicia; 3. maglioncino o blazer; 4. giacca leggera. Per quanto riguarda la parte sopra, ovviamente, se non si opta per un abito. Abito che potrebbe esporre all’ulteriore dilemma, calze sì o calze no, ovviabile con stivaletti e calze corte, per esempio.
  1. I tessuti naturali sono l’ideale. Sì, perché sono traspiranti e morbidi, versatili. Quindi, indispensabili per schivare il rischio sudorazione e indossare tutto il giorno lo stesso look senza disagio o imbarazzi.
  1. L’intimo giusto è fondamentale. Come sempre. E ancor di più in primavera. La biancheria intima, il primo strato, deve essere comodo e funzionale, ma anche bello e femminile. Come il balconcino Doppio Effetto Lepel, realizzato in tessuto morbido e traspirante e arricchito da una preziosa applicazione in pizzo macramè sulle coppe. O, ancora, tutta la linea Simply in cotone, minimal e dal comfort garantito.
  1. La semplicità da arricchire con dettagli e accessori. Per un outfit passe-partout a strati, il consiglio è di puntare sulla semplicità, evitando stampe troppo vistose o accostamenti troppo azzardati. Bellissimi i look in nuance di cromie simili, come quelli che vanno dal rosa quarzo al verde menta – così chic e primaverili. Basta poi aggiungere gli accessori, per ravvivare il tutto: un paio di orecchini, un foulard in seta o una mini bag tracolla dai riflessi metal, per esempio.

 

Come affrontare il cambio di stagione.

Michele

Come affrontare il cambio di stagione? Con la primavera alle porte – la più amata ma anche temuta delle stagioni – la domanda è lecita e in moltissimi casi sorge davvero spontanea. Ma la risposta è meno difficile da trovare di quanto sembri. Bando al pessimismo. Se per antonomasia il passaggio dall’inverno alla primavera fa rima con spossatezza e calo di energie, basta seguire alcuni piccoli accorgimenti per ribaltare completamente la situazione.

Sì, perché con un po’ di attenzione extra ogni giorno, qualche sana abitudine e pochi consigli utili, trasformare il difficile cambio di stagione in un’ottima opportunità potrebbe essere un gioco da ragazzi. Una splendida occasione per riscoprirti ancora più #bellacomesei. Provare per credere.

  • La dieta è fondamentale

Non tanto, o forse meglio ammettere, non solo, per dimagrire e farsi trovare preparate alla prova costume. Seguire un regime alimentare corretto in questa delicata fase di passaggio verso le stagioni più calde e soleggiate dell’anno è fondamentale. Sì a tanta frutta e verdura, da portare in tavola a ogni pasto, preferendo quelle fresche. Sì ad almeno due litri di acqua ogni giorno. E un sì deciso anche a pochi e salutari pasti bilanciati: cinque, tre principali e due spuntini, in cui ripartire tutti i nutrienti fondamentali.

  • Ogni giorno buone e sane abitudini

Una passeggiata in più, preferibilmente all’aria aperta per fare il pieno di ossigeno, energia nuova, sole e vitamina D. Ma anche un aperitivo con il partner dopo il lavoro o un giro in centro con le amiche in pausa pranzo. Così, giusto per godere appieno delle giornate più lunghe e delle temperature più miti. Ottime, per l’umore, il fisico e la mente, anche le sessioni di jogging mattutine e serali, preferibilmente immersi nel verde della campagna o del parco dietro casa.

  • Vestirsi bene per sentirsi bene

Anche se questa regola vale sempre – estate, autunno e inverno compresi – in primavera è ancora più vera. Sì, perché questo cambio di stagione decreta l’uscita dal “letargo” anche dello stile. La voglia di scoprirsi, di scrollarsi di dosso cappotti e strati di lana, per ritrovare la gioia di indossare capi leggeri e colorati. Per cominciare la nuova stagione con il piede giusto, anzi, con il guardaroba giusto, meglio puntare su alcuni capi basici, da mixare a dovere. Un bel capospalla: un blazer o un giubbino in pelle stile biker saranno perfetti. Un top passepartout: una maglia dai colori basic, come quella a maniche lunghe della linea Avantgarde Essentials di Lepel, per esempio, è perfetta sia per l’ufficio, sotto il più classico dei tailleur, sia per il tempo libero, sotto il chiodo in pelle e infilata dentro i mom fit jeans.

 

1 2

CSP INTERNATIONAL FASHION GROUP S.P.A.
P.IVA C.F. REG. IMP di Mantova N. 00226290203
Cap.Soc. € 17.294.850,56 i.v.

VUOI ESSERE INFORMATO SULLE NOVITÀ?
Clicca qui per iscriverti gratuitamente alla nostra newsletter!